Potrebbe essere raggiunto già dal prossimo anno l’obiettivo del piano di rientro legato al predissesto della Provincia di Terni. Lo ha reso noto in consiglio provinciale il presidente Giampiero Lattanzi, illustrando, insieme ai funzionari finanziari, i dati relativi al rendiconto 2019 che mostra un attivo di oltre 3 milioni e 659 mila euro, molto superiore a quanto atteso, circa un milione e 614 mila euro. A fronte di questa situazione positiva la cifra che rimane da recuperare è di poco più di 613 mila euro.

“E’ la dimostrazione che l’amministrazione ha lavorato in maniera molto attenta – ha detto Lattanzi – tanto da rendere concreta la prospettiva di abbreviare di molto i dieci anni inizialmente previsti per il predissesto e di vedere la possibilità di concludere il piano stesso entro il 2021.

Questi dati – ha aggiunto – confermano ancora una volta che la Provincia ha lavorato bene e con oculatezza. Lasciamo un ente con i conti in ordine e con prospettive molto più certe rispetto al passato” ha detto ancora Lattanzi.

Il consiglio provinciale di Terni ha approvato la manovra con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza.