Istituzione dell’Osservatorio regionale sulla criminalità organizzata e l’illegalità, condivisione unitaria della mozione proposta dalla minoranza che impegna la Giunta regionale a coordinare le azioni delle istituzioni per una efficace vigilanza contro le infiltrazioni mafiose nel periodo post-Covid.

Sono i punti centrali dell’odierna seduta della Commissione d’inchiesta “Analisi e studi su criminalità organizzata ed infiltrazioni mafiose, corruzione, riciclaggio, narcotraffico e spaccio di stupefacenti”, presieduta da Eugenio Rondini (Lega).

La decisione unanime del riavvio nella XI Legislatura dell’Osservatorio, è stata preceduta dall’audizione dell’ex presidente, Walter Cardinali.