La Prima commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presieduta da Daniele Nicchi, si è riunita in videoconferenza per un’informativa generale in merito alla situazione liquidatoria delle Comunità montane. I commissari hanno ascoltato in audizione il dirigente regionale Francesco Grohmann e i commissari liquidatori delle comunità montane Paolo Silveri (Valnerina), Mauro Severini (Alta Umbria) e Domenico Rosati (Monti Martani, Serano e Subasio; Monti del Trasimeno; Orvietano Narnese Amerino Tuderte). Dall’audizione sono emerse le difficoltà finanziarie delle Comunità montane, e in particolare di quella del Trasimeno, oltre alle criticità per la chiusura del piano unitario di liquidazione.

Al termine della seduta il presidente Nicchi ha detto che “questa audizione è stata fatta per illustrare alla Commissione lo stato della situazione liquidatoria delle Comunità montane. Si tratta solo della prima seduta dedicata a questo argomento. Ce ne saranno sicuramente delle altre con audizioni del dirigente regionale Luca Conti, dei revisori dei conti delle Comunità e con l’assessore Michele Fioroni”.

I tre commissari liquidatori delle cinque Comunità montane hanno fatto il punto sulle difficoltà delle diverse situazioni finanziarie dovute principalmente a contenziosi, al pagamento dei mutui in essere, al valore degli immobili che continua a diminuire rispetto alle stime del 2011, alla mancanza di liquidità. Tutti hanno rilevato criticità nella gestione dei parchi regionali con l’attuale situazione. Comunque i commissari liquidatori hanno concordato sulla gestione della liquidazione non ben programmata e sulla necessità di affrontare la questione con una visione comune tra Regione, Afor, Comuni e Comunità montane, visto che la situazione è veramente difficile e serve una strategia complessiva ed un’azione unitaria per venirne fuori.