Il 12 maggio si è svolto il Consiglio Comunale dopo oltre due lunghissimi mesi. Noi – scrivono i consiglieri di Uniti per Terni Anna Maria Leonelli ed Emanuele Fiorini – siamo rimasti esterrefatti perché in quel Consiglio non si sono affrontati temi concreti né per questa fase di emergenza e nemmeno per la ripartenza, nessun dialogo o dibattito in merito ad aiuti a commercianti, imprese, famiglie etc… Nessuna parola in tutto questo lungo periodo per la categoria degli spettacoli viaggianti, niente di niente se non per sottrarre risorse ai cittadini più deboli.

In questo scenario – proseguono i due – abbiamo deciso – e annunciato in quello stesso Consiglio Comunale – di rinunciare al nostro gettone di presenza. Oggi abbiamo formalizzato e protocollato la nostra richiesta di rinuncia al gettone, chiedendo di destinare tale importo per l’acquisto di quanto necessario per fronteggiare l’emergenza COVID-19.

Un piccolo gesto a favore della nostra città e dei nostri concittadini più in difficoltà.