“Agli abitanti di Terni e delle cittadine limitrofe, si devono risposte immediate sulle cause dell’incendio divampato questa mattina all’interno del centro di selezione e trasferenza dei rifiuti di Asm, proprio alla periferia di Terni, e sulla natura dei materiali travolti dalle fiamme e la loro pericolosità per la salute”.

Così, in una nota, Gianfranco Mascia e Francesco Alemanni, commissari di Europa Verde per l’Umbria, che proseguono: “In una situazione drammatica come quella che stiamo vivendo, con le limitazioni che la situazione comporta, un incendio in un sito di stoccaggio dei rifiuti è un fatto molto grave su cui auspichiamo che le nostre Forze dell’Ordine indaghino con perizia. È essenziale appurare in fretta che la combustione non abbia sprigionato nell’aria diossine e polifenoli, ma altrettanto necessario – concludono Mascia e Alemanni – è il superamento della modalità di smaltimento dei rifiuti basata su discariche e inceneritori, in modo da favorire la transizione verso l’economia circolare, così come stabilito nel piano d’azione adottato dalla Commissione Europea già nel 2015”.