“Non bastano gli stanziamenti per le non autosufficienze previsti dal decreto Cura Italia”: i consiglieri regionali della Lega accusano il Governo che “da quando è iniziata la fase emergenziale si è dimenticato non solo dell’Umbria, ma anche delle fasce più deboli della popolazione” e chiedono “l’immediato trasferimento delle risorse statali previste dal Piano sociale nazionale e del Piano nazionale per la non autosufficienza, per rispondere alle esigenze delle comunità locali e garantire la domiciliarità alle persone con disabilità gravi e gravissime”.

“In seguito alla recente rimodulazione delle prestazioni assistenziali e della riduzione di opportunità di sollievo per le famiglie, effetto delle misure governative di contenimento del contagio – afferma il capogruppo Stefano Pastorelli a nome dei consiglieri regionali della Lega – sarebbe stato opportuno e di buon senso prevedere ulteriori misure di sostegno economico al Fondo per la non autosufficienza (Fna)”.