“Nel suo discorso mi stupiscono delle cose che ci sono ma anche quelle che non ci sono, come la vicenda legata alla ‘ndrangheta”: lo ha affermato il capogruppo del Pd Tommaso Bori intervenendo in Assemblea legislativa sul programma di governo illustrato dalla presidente della Giunta Donatella Tesei. “Il nostro approccio – sostiene – sarà quello di una minoranza più che di una opposizione, per dare anche il nostro contributo” ha aggiunto.

Per Bori le istituzioni “devono fare muro e parlare a voce alta, specialmente quando le organizzazioni criminali mettono in atto un’azione di qualità qui in Umbria con il tentativo di entrare nelle istituzioni, contattare la politica e inquinare quindi la vita democratica”. Una “emergenza” che l’esponente del Pd ha detto di non trovare nelle linee programmatiche come anche “il tema centrale dell’università, della formazione e del diritto allo studio”.