“Ho sempre creduto che potesse cadere il muro di incomunicabilità tra M5s e centrosinistra. Lo chiedevo già dal 2013 e ora dobbiamo provare a far ricadere questa relazione che abbiamo aperto anche sui territori. Qui in Umbria c’è un primo esperimento sotto un ombrello di civismo, credo che sia la strada giusta e dobbiamo continuare su questa direzione”: lo ha detto il ministro della Salute ed esponente di Leu, Roberto Speranza, parlando a Terni a margine di un’iniziativa elettorale organizzata, in vista delle regionali.

Appuntamento promosso dalla lista Sinistra civica verde a sostegno del candidato presidente Vincenzo Bianconi.

In merito alla presenza costante del leader della Lega Matteo Salvini in Umbria, secondo Speranza “gli umbri sanno decidere da soli la loro guida, il loro Consiglio regionale e il loro presidente”. “Non abbiamo bisogno – ha continuato – di qualcuno che viene ogni giorno qui per spiegare cosa fare e cosa non fare. Il voto ha una valenza di natura regionale – ha concluso Speranza – e proiettarlo in modo eccessivo in una dinamica nazionale è un errore”.