Il ministro degli Esteri e capo politico del M5s Luigi Di Maio sarà domani a Terni dove incontrerà i lavoratori e i vertici aziendali dello stabilimento Novamont, l’azienda attiva nel settore delle bioplastiche.

Nell’agenda di Di Maio, che come responsabile della Farnesina guida anche il commercio estero, è prevista poi una visita alla Cascata delle Marmore.

Ieri, invece, il ministro Di Maio aveva partecipato ad Assisi alla messa a dimora di un ulivo a ridosso della Basilica di San Francesco. E’ stato il primo a riversare terra sulle radici del piccolo albero.

I frati del Sacro Convento hanno infatti aderito alla campagna di sensibilizzazione a favore dell’ambiente, promossa da Slow food, che ha chiesto di piantare in Italia 60 milioni di alberi. “Con questo gesto simbolico – ha detto Di Maio – l’Italia si avvia nei prossimi mesi e anni a fare uno dei più grandi piani di investimento per l’ambiente che deve coinvolgere tutti trasversalmente, così da lasciare ai nostri figli e ai nostri nipoti un Paese migliore”. Prima di piantare l’ulivo il ministro ha partecipato alla processione e alla cerimonia di benedizione all’Italia e al mondo che si è tenuta, come da tradizione, dal cupolino della Basilica superiore di San Francesco. Evento che si inserisce nei festeggiamenti per il patrono d’Italia.