“Il grande progetto della Lega di Matteo Salvini non ha bisogno di personalismi e persone interessate solo alle poltrone. Le porte della Lega sono sempre aperte a chi ne condivide idee e valori come sono aperte in

uscita a chi, inopportunamente e senza meriti, pensa solo ed esclusivamente all’acquisizione di ruoli”: così la Lega di Terni risponde alla consigliera comunale Doriana Musacchi, che ha annunciato l’uscita dal partito e l’approdo al gruppo misto.

“Prima viene l’interesse della comunità – spiega il carroccio in una nota – quindi dei cittadini, poi le poltrone. Peccato che nel caso della consigliera Musacchi si sia capovolto il principio prima la poltrona poi il bene comune. La Lega va avanti a testa alta forte del suo radicamento territoriale e di una classe dirigente che pian piano stano crescendo anche a Terni consapevole della sfida che oggi stiamo portando avanti per liberare la Regione Umbria dal malaffare che il Pd ha sempre gestito e per contrastare – conclude la Lega – l’inciucio che il partito democratico ha stretto anche a livello locale con i grillini”.