Il Pd dell’Umbria si dice disponibile ad appoggiare la candidatura del civico Andrea Fora quale candidato del centro sinistra alla presidenza della Regione Umbria in occasione delle elezioni del 27 ottobre. Lo ha detto il commissario umbro del partito, Walter Verini, nel corso della riunione dell’Organismo dirigente che si è svolta a Perugia.

“È stato sottolineato un po’ da tutti – ha aggiunto – che la figura di Andrea Fora può rappresentare una sintesi e quindi noi siamo disponibili a far parte di questo processo. Una scelta – ha spiegato il commissario del Pd umbro – anche per sottrarre voti e consensi a quel mondo sociale e civico dal quale la destra vorrebbe attingere per vincere le elezioni”.

Rivolgendosi, poi, ad Andrea Fora, l’On. Verini ha sottolineato come per il Pd “il sostegno della sua candidatura possa essere considerata una tappa, un punto di partenza e non una cambiale in bianco”. Per Walter Verini “occorre fare tutti i tentativi perché questo percorso non escluda nessuno”.

Il partito ha indicato Andrea Fora come candidato, ma si è parlato anche di possibili alleanze con il Movimento 5 stelle. “Non ci sono automatismi tra il futuro governo nazionale e l’Umbria – ha commentato – ma certo quello che accade a Roma può aiutare”.

Per Verini le cose da fare sono “attendere che la coalizione prenda corpo, discutere con tutte le forze e poi valutare ricadute nazionali per un possibile accordo”. “Più forza avremo soprattutto sui contenuti e programmi – ha aggiunto – più questo nostro progetto potrà essere attrattivo”.