Una platea di giovani ha accolto nel pomeriggio di ieri, venerdì 19 Luglio, al Centro “Mater Gratiae” di Montemorcino a Perugia, Mario Giro, già viceministro degli Esteri nei Governi Renzi e Gentiloni, giunto per tenere a “battesimo” il nuovo coordinamento regionale di “Democrazia Solidale-Demos”, il partito nato lo scorso ottobre “che punta – viene detto in una nota – a dare rappresentanza ai delusi dell’attuale schema politico”.

Giro, esponente nazionale di Demos e promotore del progetto, si è detto soddisfatto dalle reazioni che i territori hanno avuto di fronte alla nascita del nuovo partito e del fatto che anche l’Umbria si sia unita alla grande famiglia di Demos.

“Viviamo in un clima politico veramente preoccupante e questo spinge molti di noi, che la politica la seguivamo con occhio vigile ma distante, a fare un balzo in prima linea” afferma Riccardo Vescovi, 31enne coordinatore regionale.

“Una regione scossa dai recenti scandali che rischiano di consegnare agli oltranzisti una terra che da San Francesco in poi è stata un simbolo di accoglienza e di pace” continua Vescovi. “Io oggi non vi chiedo di guardare al dito, le regionali del prossimo autunno dove comunque dovremo impegnarci, ma alla luna ovvero alla costruzione di un progetto politico vincente che in qualche anno si diffonda tra gli umbri, dai piccoli comuni come Poggiodomo o Parrano fino a Perugia e Terni. Del nostro impegno – conclude – c’è bisogno non solo durante le elezioni ma soprattutto nella fase di elaborazione del pensiero politico”.