E’ diminuita di oltre il 19 per cento in cinque anni la tariffa per lo smaltimento dei rifiuti a carico dei cittadini di Montefranco. Lo rende noto il sindaco, Rachele Taccalozzi, che fa il punto della situazione nell’arco dell’ultimo quinquennio 2014-2019 ed annuncia novità nella raccolta differenziata. “Dopo un iniziale aumento nel 2014, dovuto all’avvio della raccolta porta a porta – spiega la Taccalozzi – la Tari è progressivamente diminuita e quest’anno registrerà un ulteriore calo.

I progressi nella differenziata sono stati enormi se si pensa che nel 2014 eravamo il penultimo comune della provincia ed oggi invece siamo fra i migliori. Tanto che – sottolinea sempre il sindaco – siamo stati premiati anche da Legambiente per i risultati raggiunti in così pochi anni”. Per quanto riguarda il sistema di raccolta e smaltimento il primo cittadino annuncia la novità che sarà introdotta nel 2020. “Partiremo con la tariffa puntuale – annuncia – cosicché i cittadini pagheranno quanto effettivamente prodotto in termini di rifiuto”.

Sempre il sindaco di Montefranco dà conto poi di un’altra novità che avrà l’obiettivo di potenziare il sistema. “Si tratta – spiega – di un centro di raccolta rifiuti all’avanguardia che comporta un investimento di 500mila euro da parte di Asm che renderà la raccolta più ecologica e permetterà ai cittadini ulteriori risparmi”.