Su proposta dell’assessore al personale Antonio Bartolini, dopo il parere favorevole dell’Avvocatura regionale e le disponibilità dei direttori ad una rotazione volontaria “senza variazioni di spesa”, la Giunta regionale dell’Umbria ha deliberato la riorganizzazione delle cinque Direzioni regionali. Avrà un effetto immediato dalla firma dei decreti da parte del presidente della Regione Fabio Paparelli.

Sulla base del nuovo assetto dunque la direzione “salute, welfare, sviluppo economico, istruzione, università, diritto allo studio” è stata affidata a Luigi Rossetti; la “programmazione affari internazionali ed europei” a Walter Orlandi; la “organizzazione e risorse umane, finanziarie e strumentali, affari generali e rapporti con il Governo, turismo, Agenda digitale e coordinamento politiche di coesione europea e nazionale” a Lucio Caporizzi.

Confermati nelle rispettive direzioni Alfiero Moretti, “governo del territorio, infrastrutture e protezione civile”, e Ciro Becchetti, “agricoltura, ambiente e cultura”.