Lettera Aperta del deputato del Pd Walter Verini, Commissario del partito in Umbria, al vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, in merito alla convocazione per martedì pomeriggio del tavolo sull’Ast di Terni.

Il deputato Umbro nella missiva chiede al Ministro dello Sviluppo Economico di presenziare direttamente all’incontro, per fare chiarezza sul futuro produttivo e occupazionale dell’Ast.

Verini nella lettera aperta da lui stesso afferma che il bisogno di chiarezza e’ indispensabile “anche di fronte alla mancata fusione tra ThyssenKrupp e Tata Steel, che avrebbe dovuto riunire le attività europee dell’acciaio dei due gruppi.” , “I lavoratori di Terni, i sindacati, la Regione Umbria sono da tempo mobilitati perché il futuro dell’Ast sia fatto di certezze e garanzie”.

Nel frattempo pero’, il tavolo invocato da Verini per discutere sulla situazione dell’AST di Terni, e’ stato posticipato al 6 giugno, alle 10.30

Questo e’ quanto comunicato questa mattina dalla segreteria del vice capo di gabinetto, Giorgio Sorial, alle parti interessate.


Il rinvio – secondo quanto si apprende – segue le richieste dell’azienda e delle organizzazioni sindacali, che non hanno ancora concluso il confronto in sede locale sui vari punti del piano industriale illustrato da Ast e avviato la trattativa sulla piattaforma di secondo livello.

Il prossimo e al momento ultimo incontro in fabbrica in calendario è previsto per il 22 maggio.