Sempre piu’ concreto il progetto di riqualificazione dell’area industriale di San Liberato a Narni, che prevede la realizzazione del Parco a Tema chiamato LeoLandia.

In queste ore e’ stato infatti firmato un accordo di sostegno all’iniziativa tra’ Regione del’’umbria, Ministero dello sviluppo economico e Invitalia.

A sottoscrivere l’accordo, per la regione dell’Umbria e’ stato il vicepresidente della Regione dell’Umbria, Fabio Paparelli che con il Ministero dello Sviluppo economico e l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa Invitalia,  “si propongono di sostenere il programma di sviluppo industriale che la società Leolandia Umbria intende realizzare nel periodo 2019-2020 a Narni in località San Liberato”.

 

“Una proposta – spiega Paparelli – che consentirebbe di attivare sul territorio umbro investimenti produttivi per complessivi 36,3 milioni di euro, volti al potenziamento e miglioramento dell’offerta turistica, con un impatto occupazionale diretto stimato in 250 addetti, con la realizzazione di un parco di divertimenti tematico destinato ai bambini da 6 mesi ai 10 anni, su una superficie complessiva di 55 mila metri quadrati e con ambientazioni ispirate ai borghi medievali umbri, e una struttura ricettiva destinata al segmento del turismo familiare, con 16 camere per un totale di 80 posti letto”.