“Rimaniamo delusi e sconcertati per quanto avvenuto ieri, 1 aprile, in seconda commissione del Comune di Terni e per le dichiarazioni fatte dell’assessore Cecconi, che, strumentalizzando il disagio e la preoccupazione delle famiglie e delle persone disabili, scatena una guerra tra associazioni, tra famiglie e tra lavoratori”.

Lo affermano in una nota Valentina Porfidi, della Fp Cgil Terni, e Sergio Sabatini della Fisascat Cisl di Terni. “Ricordiamo all’assessore – continuano – come in questi anni il lavoro fatto tra operatori e famiglie abbia portato alla realizzazione di progetti importanti, per arrivare ai servizi che abbiamo nel territorio, che possono essere migliorati, e siamo tutti a disposizione per la riqualificazione dei servizi, ma di certo non con l’atteggiamento tenuto fino ad ora dall’amministrazione, un atteggiamento che non porterà a nulla”.

“La tattica del divide et impera non attaccherà – concludono Porfidi e Sabatini – le lavoratrici e i lavoratori saranno al fianco delle famiglie per la tutela dei servizi e per la piena occupazione”.