Il riavvicinamento fra l’Europa e i cittadini “deve passare attraverso le amministrazioni locali. Questo è l’obiettivo che ci siamo dati e che abbiamo perseguito anche come Calre (Conferenza dei presidenti delle assemblee regionali europee)”. Così la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi, che si trova a Bucarest per partecipare, in quanto presidente della Calre, all’ottavo Summit delle regioni e delle città europee.

“Il problema è come sviluppare il processo di confronto con le realtà locali anche attraverso il principio di sussidiarietà (secondo cui un’azione non va portata avanti dall’Ue se può essere meglio perseguita a livello nazionale o regionale, ndr), che vorremmo applicare in maniera sempre più capillare e veloce”, continua Porzi. “È evidente che nel chiedere questa partecipazione degli enti locali bisogna usare i mezzi e i canali giusti – spiega – i processi democratici si costruiscono attraverso una partecipazione costante, anche critica, ma non disfattista”.