Con 13 voti favorevoli (della maggioranza più Claudio Ricci-Misto/RpIc) e sei astenuti (FI, Lega, M5S, Misto/Un) l’Assemblea legislativa ha dato il via libera al Piano telematico regionale 2017-2020, che prevede risorse pari a 23,4 milioni di euro.

Eros Brega (Pd), relatore di maggioranza, ha ricordato che “ad oggi sono stati realizzati 700 chilometri di rete”.

“L’obiettivo – ha aggiunto – è raggiungere con la fibra ottica l’80 per cento della popolazione, la parte rimanente tramite le onde elettromagnetiche (30 mega). Si punta anche alla realizzazione di un ‘intranet’ della pubblica amministrazione umbra. Viene riconosciuto il diritto di tutti i cittadini di accedere ad internet”.

Per il relatore di minoranza Andrea Liberati (M5s) “il digital divide non è superato a causa di diversi problemi che non sono collegabili soltanto al livello di istruzione, questioni economiche o la difficoltà di raggiungere alcune località o case sparse o intere comunità, ma soprattutto per ragioni infrastrutturali”.