E’ terminato con un risultato di parità in fatto di consiglieri eletti, tra centrosinistra e centrodestra, lo spoglio dei voti espressi per il rinnovo del Consiglio provinciale di Terni. Il risultato finale, parla – infatti – di cinque consiglieri eletti nella lista ‘Democratici riformisti e progressisti per la nuova area vasta di Terni’ ed altrettanti per quella denominata ‘Provincia Libera’. L’ufficialità del dato è stata resa nota dalla stessa amministrazione provinciale. Alle urne è andato il 69,3% degli aventi diritto, cioè 285 elettori su 411.

Per i “Democratici, riformisti e progressisti” sono stati eletti Claudia Dionisi (consigliere ad Amelia), Daniele Longaroni (sindaco di Castel Viscardo), Federico Novelli (consigliere a Narni), Valdimiro Orsini (consigliere a Terni) e Sandro Spaccasassi (vicesindaco di Calvi dell’Umbria).

Per “Provincia libera” entrano invece nel consiglio di Palazzo Bazzani, Gianni Daniele (consigliere a Narni), Tamara Grilli (consigliere ad Amelia), Orlando Masselli (consigliere a Terni), Leonardo Pimpinelli (presidente Consiglio Amelia) e Monia Santini (consigliere a Terni).

L’esito del voto di ieri, sta a significare che a decidere gli equilibri nell’assemblea provinciale ternana, sarà il presidente dell’Ente, Giampiero Lattanzi, in carica altri due anni e in quota al centrosinistra.

 

Questo il dettaglio della votazione per il consiglio provinciale di Terni:

Eletti nel centrosinistra i consiglieri Valdimiro Orsini (Terni, 7.217 voti), Daniele Longaroni (Castel Viscardo, 7679), Sandro Spaccasassi (Calvi dell’Umbria, 4.595), Claudia Dionisi (Amelia, 6.595) e Federico Novelli (Narni, 6.543).

Eletti nel centrodestra Monia Santini (Terni, 5.456), Tamara Grilli (Amelia, 5.072), Leonardo Pimpinelli (Amelia, 5.498), Gianni Daniele (Narni, 6.357) e Orlando Masselli (Terni, 6.296).