Sono stati presentati nei giorni scorsi, a Perugia, i progetti, finanziati dalla Regione Umbria attraverso due bandi, a valere sul POR-FSE (“A.R.CO.” e “bo.R.do.”) per 55 assegni di ricerca e 17 borse di dottorato delle Università umbre del totale di 2,3 milioni di euro, diretti a progetti di ricerca in grado di contribuire alle priorità di sviluppo della Regione e svolti in partenariato obbligatorio con le imprese.

La Presidente regionale Catiuscia Marini, ha spiegato come “l’ente abbia voluto intraprendere un percorso nuovo, anche virtuoso, che consentisse di utilizzare i fondi europei per l’innovazione delle imprese e per mettere veramente in contatto il mondo accademico e scientifico con quello produttivo della Regione”.

I soggetti beneficiari sono le due università umbre, Unipg e Università per stranieri, e i progetti hanno riguardato tutti i dipartimenti universitari, ma con pesi differenti, vista la caratterizzazione industriale che era stata richiesta ai progetti stessi.