Il capogruppo di Senso Civico ha fatto presente al presidente della  3° commissione consiliare permanente,
che l’amministrazione, in quanto azionista di Asm Terni. ha il dovere di dare risposta alle questioni opportunamente segnalate e richieste recentemente dal Comitato No Inc nella sua nota stampa.
“In particolare – scrive Alessandro Gentiletti -  occorre sapere se Asm Terni S.p.A. intende o meno esercitare il diritto di prelazione sulle quote che TerniEnergia ha in Green Asm, società proprietaria del biodigestore. È innegabile che con la predetta acquisizione da parte di Asm Terni S.p.A., quest’ultima potrebbe essere autosufficiente sul territorio. Tanto più si rendono necessari questi chiarimenti, perché Il 27 dicembre 2018 è stato votato all’unanimità un emendamento al piano di revisione delle partecipate, che impegna Sindaco e Giunta a mantenere pubblica la proprietà della predetta azienda. Occorre, quindi, verificare se e come l’amministrazione sta ottemperando all’impegno e come intende strategicamente rafforzare il ruolo pubblico di una delle principali risorse del territorio. Per questi motivi  chiedo di convocare quanto prima i vertici Asm, l’assessore alle partecipate e il sindaco per rendere chiarimenti su quanto evidenziato”.