“In meno di sei mesi, nonostante una situazione economica per certi aspetti drammatica, abbiamo saputo imprimere un cambio di passo all’attività amministrativa. Siamo soddisfatti, ma spero che nei prossimi mesi daremo ulteriori, più concrete e rapide risposte ai cittadini”.

E’ la sintesi del pensiero espresso dal sindaco di Terni, Leonardo Latini, nel corso della conferenza stampa, presente l’intera giunta – che si è svolta a Palazzo Spada – per tracciare un bilancio del primo semestre di mandato della giunta di centrodestra.

“C’è stata una buona attività – ha spiegato Latini – soprattutto è stato significativo il confronto con tutte le emergenze sul campo, dovute alla procedura di dissesto, con le quali abbiamo dovuto confrontarci. Ma – ha aggiunto – abbiamo centrato le scadenze che la normativa ci imponeva e le difficoltà non hanno limitato un’attività di programmazione che comunque è stata fatta. In sostanza, si sono gettate le basi dell’azione politica da svolgere nei prossimi mesi”.

Tra i punti affrontati in questo primo periodo di governo cittadino, il sindaco ha ricordato l’approvazione del bilancio stabilmente riequilibrato, la gestione di due emergenze dovute al ritrovamento di altrettanti residuati bellici (con lo sgombero di 11 mila persone), la modifica del modello organizzativo dell’ente, la revisione di tutte le partecipate.

“Grazie all’operatività di alcuni assessori – ha concluso Latini – si sono inoltre date risposte concrete ai bisogni più impellenti dei cittadini, come la cura dei manti stradali e dei giardini, oltre che le piantumazioni. A fronte di 44 alberi abbattuti ne sono stati piantati 225, se continueremo con questo ritmo – ha rilevato il primo cittadino ternano – stabiliremo un record per la situazione ambientale della nostra città”.