Si è svolta questa mattina, nella sede della Provincia di Terni, una riunione convocata dal presidente, Giampiero Lattanzi, con i dirigenti tecnici dell’ente, per valutare il bando emesso dal Comune di Terni per la futura gestione della Cascata delle Marmore.

L’incontro – spiega una nota di palazzo Bazzani – ha preso in esame gli aspetti tecnici in relazione alla compartecipazione patrimoniale della Provincia e ai requisiti prestazionali, quantitativi e qualitativi già fissati da Comune e Provincia precedentemente, in occasione di altre gare per l’affidamento in gestione del bene.

La riunione si è conclusa con l’impegno, immediato, di procedere alle verifiche tecniche al termine delle quali assumere una posizione ufficiale. A margine della stessa riunione, il presidente Lattanzi ha voluto anche fare il punto su tutti gli impegni che nel corso degli anni, soprattutto i più recenti, hanno interessato la Provincia di Terni.

“L’obiettivo – ha spiegato il presidente – è stato sempre quello di aumentare l’appeal turistico della Cascata delle Marmore, attraverso strategie spinte di promo-commercializzazione che hanno visto la veicolazione della Cascata fra le borse turistiche più importanti a livello mondiale e la realizzazione di iniziative di promozione che hanno contribuito in maniera sensibile, e coerentemente con gli impegni assunti nell’ambito delle intese con il Comune, a far crescere il sito turistico, portandolo ad essere tra i più visitati del centro Italia, oltre che dell’Umbria”.

“Siamo convinti – ha concluso Lattanzi – che questo trend in crescita, sia dal punto di vista dei servizi, che delle affluenze turistiche, debba continuare ed essere garantito anche nel prossimo futuro”.