“È nella Legge di Bilancio la proroga di due anni, fino al 2020, dei lavoratori interinali che hanno prestato servizio in alcuni comuni umbri colpiti dal sisma ’97. Senza avrebbero dovuto terminare il loro operato 31 dicembre nonostante ancora molto lavoro da portare avanti”: ad annunciarlo è l’on. Virginio Caparvi, autore dell’emendamento.

Questo – spiega il parlamentare della Lega – “dà la possibilità ai Comuni, tramite fondi regionali, di terminare le ultime lavorazioni inerenti il terremoto che colpì la fascia appenninica, ed in particolare Nocera Umbra”.

“Grazie ad un’interlocuzione con la Regione Umbria – spiega Caparvi in una nota – mi sono reso portavoce di un emendamento che consentirà di porre la parola fine alla ricostruzione. Già in questi tre anni il lavoro degli interinali ha portato alla rendicontazione di milioni di euro rimasti in regione per 20 anni, in alcuni casi inerenti lavorazioni molto datate nel tempo e di cui è stato difficile addirittura recuperare la documentazione”.