L’Assemblea legislativa ha approvato, con 12 voti favorevoli (Pd, SeR, misto-Mdp) e sei contrari (M5S, FI, Lega, FdI, misto-Rp/Ic), la legge di stabilità regionale 2019. Il primo atto che compone la manovra di bilancio della Regione.

L’Aula ha esaminato alcuni emendamenti alla legge di stabilità. Approvato quello a firma della presidente Catiuscia Marini che prevede una norma di salvaguardia per i lavoratori assegnati all’Agenzia forestale per le funzioni delegate sul Lago Trasimeno. Approvato anche l’emendamento a firma Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini (Lega) per l’esenzione dal pagamento della licenza di pesca per portatori di handicap.

Respinto quello a firma Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari che intendeva incrementare gli stanziamenti derivanti dai canoni idroelettrici a beneficio dei comuni per compensare in termini economici i territori interessati dalla presenza di impianti di grandi derivazioni.