Propongono nuove tipologie di servizi per l’inclusione sociale e lavorativa di soggetti svantaggiati, co-housing per quelle con disabilità, attività di agricoltura sociale, nuove start-up, sostegno legale per cittadini in difficoltà economica, servizi nuovi per l’infanzia, rigenerazione di spazi urbani con valorizzazione del patrimonio immobiliare inutilizzato e altre opportunità i progetti selezionati dalla Regione, attraverso il bando da 7,5 milioni di euro per l’attivazione di azioni innovative di welfare territoriale.

“È la prima volta – sottolinea l’assessore regionale al Welfare Luca Barberini – che in Umbria viene attuato un bando del genere, con risorse così ingenti messe a disposizione per azioni in ambito sociale. I progetti presentati sono realmente innovativi e di grande spessore, in grado di dare risposte efficaci, su tutto il territorio regionale, ai nuovi bisogni dei cittadini”.