La Regione Umbria ed i Comitati provinciali di Perugia e Terni dell’Anpi, l’Associazione nazionale Partigiani d’Italia, realizzeranno un progetto congiunto, “Storia e memoria con la Costituzione nel cuore”, rivolto ai cittadini e in particolare alle scuole, “per contribuire alla tutela della memoria e alla crescita nella società civile dei valori fondanti della lotta di Liberazione e della Resistenza”.

Con questa finalità, la presidente della Regione Catiuscia Marini e i presidenti dei Comitati provinciali dell’Anpi, Mari Franceschini per quello di Perugia e Giorgio Zagaglioni per quello di Terni, hanno sottoscritto, oggi, un protocollo d’intesa. Presenti componenti delle segreterie provinciali e presidenti di circoli territoriali dell’Anpi.

“Con la realizzazione di questo progetto che i Comitati provinciali dell’Anpi porteranno avanti in collaborazione anche con le istituzioni scolastiche, con i giovani, con iniziative in diverse città – ha detto la presidente Marini – manterremo alti gli ‘anticorpi’ necessari nella società contemporanea. I valori della Carta Costituzionale, che hanno trovato ispirazione nella Resistenza e nel pluralismo, sono le migliori difese ai rischi a cui siamo oggi esposti: fenomeni di razzismo, violenza e denigrazione delle persone, la mancanza di rispetto della dignità umana di uomini e donne. Per questo – ha aggiunto la governatrice umbra – abbiamo raccolto la proposta dell’Anpi e la sosteniamo”.

Il progetto verrà attuato negli anni scolastici 2018/2019 e 2019/2020, con il sostegno della Regione Umbria. I Comitati provinciali dell’Anpi metteranno a disposizione il patrimonio storico-culturale dell’Associazione Nazionale Partigiani anche attraverso l’attività diretta dei soci e delle sedi territoriali per un programma articolato in quattro assi principali.

Verranno organizzate due mostre itineranti, accompagnate da un corso di formazione per i docenti delle scuole secondarie e attività con i loro studenti, la prima quest’anno su “1938 – Leggi razziali fasciste”, nella ricorrenza del drammatico anniversario della promulgazione delle leggi razziali, e la seconda, nell’anno scolastico 2019/2020, su “Dallo spirito di Ventotene all’Europa”.