I consiglieri regionali della Lega, Emanuele Fiorini e Valerio Mancini, chiedono che venga fatta chiarezza “sulle presunte anomalie nella gestione degli appalti evidenziate dal Collegio sindacale dell’Azienda ospedaliera di Terni nel corso dell’audizione al Comitato regionale per il controllo e la valutazione”.

Secondo i due esponenti del carroccio, il rappresentante del Collegio Sindacale dell’Azienda ospedaliera “Santa Maria”, avrebbe parlato di “presunte irregolarità nelle delibere (780/2016 – 885/2016 – 432/2017) contenenti un artificioso frazionamento di appalti relativi alla formazione professionale, sostenendo che non sono stati forniti i chiarimenti idonei da parte del direttore amministrativo”.

Per Fiorini è per questo necessario “far luce sulla totale gestione dell’ospedale ternano in relazione ad appalti e affidamenti diretti”.