Sul tema dei vaccini “il Governo ci convochi nella Stato-Regioni perché su questo è obbligatorio un nostro parere”: lo ha detto la presidente umbra Catiuscia Marini intervistata da Tgcom24. Non escludendo come “l’ultima opportunità” il ricorso alla Corte costituzionale, ma auspicando comunque che l’Esecutivo “apra un confronto nel merito”.

“Ci aspettiamo – ha spiegato Marini – che il provvedimento così come approvato da una delle due Camere non esca dal Parlamento in questa forma ma possa accogliere anche le indicazioni delle Regioni. E’ ovvio che se la legge uscirà così come già approvata in un ramo del Parlamento abbiamo solo due strade: di normare con legge nostra, sapendo che su questa materia abbiamo responsabilità dirette perché dobbiamo tutelare la salute pubblica di bambini, comunità e popolazione, ma rimane anche il fatto di ricorrere alla Corte costituzionale perché l’emendamento non modifica la legge in vigore sull’obbligatorietà ma di fatto ne sospende l’efficacia”.