Ancora una giornata di dibattito infuocato, quella odierna, al consiglio comunale di Terni. Tra gli altri argomenti, l’assemblea municipale di Palazzo Spada, era infatti chiamata a discutere della presa d’atto sulle incompatibilità. Il presidente Francesco Ferranti ha comunicato la conclusione della relazione istruttoria sulle situazioni di incompatibilità da parte dei consiglieri comunali, “al fine di consentire al consiglio di esercitare le sue funzioni secondo quanto disposto dal Tuel”. La conclusione è che “ad oggi, secondo la relazione del segretario generale, non sussistono posizioni di incompatibilità”.

Al termine del dibattito il consiglio comunale ha preso atto dell’accertamento dell’insussistenza delle cause di incompatibilità per i consiglieri segnalati dall’istruttoria con 19 voti a favore, 10 contrari 2 astenuti e un non voto.

Nell’odierna seduta il consiglio comunale di Terni ha anche votato ed eletto, a scrutinio segreto, i presidenti e i vicepresidenti delle commissioni consiliari.

In particolare sono risultati eletti

presidente e vicepresidente della prima commissione Sara Francescangeli (Lega) con 19 voti e Alessandro Gentiletti (Senso Civico) 11 voti.

Presidente e vicepresidente della seconda commissione Orlando Masselli (FdI) con 18 voti e Francesco Filipponi (Pd) con 12 voti.

Presidente e vicepresidente della terza commissione Leonardo Bordoni (Lega) con 18 voti e Federico Pasculli (M5S) con 12 voti.

Presidente e vicepresidente della commissione controllo e garanzia: Thomas De Luca (M5S) con 28 voti e Paola Pincardini (Lega) con 27 voti.