“Non poteva iniziare peggio l’avventura della maggioranza a trazione leghista del Comune di Terni. I paladini dell’onesta, del cambiamento e della rinascita della città che già ad uno dei primi consigli comunali non si presentano, mandando deserta la seduta, danno già la dimostrazione dell’inadeguatezza e della pressappocaggine di chi vorrebbe amministrare la città” è quanto affermano Rossano Pastura – segretario provinciale del Psi di Terni – ed i rappresentanti della lista Terni Immagina. “La maggioranza, che stando alle dichiarazioni e ai proclami della campagna elettorale, avrebbe a cuore solo e soltanto il bene dei cittadini di Terni e la soluzione ai tanti problemi che investono la città, anziché garantire la funzionalità degli organi istituzionali, alla prima prova dei fatti si dimostra per quello che è: gruppi disomogenei, alla caccia di poltrone e di incarichi, incapace di gestire qualsiasi fase di un’amministrazione comunale”.
“Certo comprendiamo le difficoltà a presentarsi in Consiglio comunale dopo le notizie riportate dalla stampa di oggi, secondo le quali molti consiglieri ed assessori della maggioranza avrebbero posizioni debitorie nei confronti del Comune di Terni di cui dovrebbero risanare i conti. Se a questo poi aggiungiamo le difficoltà nella spartizione della presidenze delle Commissioni consigliari permanenti, la cosa si fa ardua ed imbarazzante”.
“Se questo è l’inizio temiamo che per i cittadini di Terni si prospettino tempi bui. Se questi rappresentanti delle forze politiche di destra, sempre pronti a pretendere il rispetto delle regole agli altri, sono i primi a non rispettarle, non pagando per esempio imposte e multe, cosa potremmo aspettarci nei prossimi giorni?”- concludono i socialisti e Terni Immagina.