Immediata presa di posizione dei gruppi politici di opposizione dopo il rinvio odierno della seduta consiliare. “Il comportamento della maggioranza che prima ha disertato la conferenza dei presidenti di gruppo e poi l’aula facendo mancare il numero legale – si legge in una nota firmata da Paolo Angeletti (TI), Luca Simonetti (M5S), Francesco Filipponi (Pd) e Alessandro Gentiletti (SC) – dimostra ancora una volta che per loro prima degli interessi della città vengono le poltrone”.

“Sulle ragioni che hanno indotto i gruppi di maggioranza a questa scelta – proseguono le opposizioni al comune di Terni – oltre a quelle da loro stessi dichiarate riguardanti le presidenze delle commissioni, assumono rilievo – a nostro parere – anche quelle relative alla verifica delle incompatibilità di alcuni consiglieri eletti, questione piuttosto delicata che si riferisce a debiti, maturati dai consiglieri stessi e non onorati, nei confronti del Comune in dissesto, Si tratta di una vicenda che chiederemo venga affrontata con la massima attenzione e trasparenza”.