Le ricadute della decisione del Tar di sospendere le due preaperture della stagione venatoria in Umbria previste per il 2 e il 9 settembre saranno all’ordine del giorno di una riunione della Consulta faunistico venatoria convocata dall’assessore regionale all’Ambiente e alla caccia, Fernanda Cecchini, per domani, 27 luglio alle 12,30, nella sede regionale del Broletto a Perugia.

Palazzo Donini ha spiegato che la decisione del Tribunale amministrativo regionale arriva in seguito a un ricorso contro la Regione Umbria e l’Ispra presentato dal Wwf Italia onlus il 28 giugno per chiedere l’annullamento nella delibera numero 625 con la quale la Giunta regionale approvava il “Calendario venatorio stagione 2018/2019″, della parte in cui viene disposta la preapertura e stabili i periodi di prelievo per la caccia di selezione. Contestualmente, sono state anche impugnate le relative determinazioni dirigenziali con cui erano stati approvati i piani di abbattimento per la caccia di selezione.