Il Consiglio provinciale di Terni ha approvato il rendiconto di bilancio 2017 che registra un disavanzo di circa 8 milioni e 600mila euro. “Il dato è migliore rispetto all’anno scorso – ha sottolineato il presidente dell’ente, Giampiero Lattanzi – ma è ovvio che sconta i soliti problemi di risorse dovuti ai tagli nazionali e ai mancati trasferimenti che, nonostante i positivi sforzi dell’ente, continuano a mettere in difficoltà l’agibilità finanziaria della Provincia”.

L’assemblea provinciale di Palazzo Bazzani, ha inoltre provveduto a rinnovare i componenti del collegio dei revisori dei conti che rimarrà in carica per il triennio 2018-2021. Nel corso della sua ultima seduta, il consiglio ha infatti formalizzato, con i voti favorevoli della maggioranza e l’astensione della minoranza, il nuovo collegio di tre membri.

Si tratta di Anna Maria Bernacchia, che sarà presidente, e di Francesca Caproni e Micaela Oliva, membre del collegio. Il presidente della provincia Lattanzi, ha formulato – anche a nome del Consiglio – gli auguri di buon lavoro e ricordato l’importanza della costruttiva collaborazione fra amministrazione e revisori contabili soprattutto in questi difficili periodi che sta vivendo la Provincia di Terni.