“Per quel che riguarda la ricostruzione post-sisma, l’obiettivo che abbiamo sempre sostenuto di voler perseguire è quello di realizzare non soltanto la ricostruzione fisica degli edifici, ma anche quella sociale ed economica di tutta l’area coinvolta”: lo ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, in apertura dei lavori del “tavolo sisma”, a Perugia, nel corso del quale è stato illustrato il disegno di legge “Norme per la ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016 e successivi”, adottato dalla Giunta regionale e trasmesso all’Assemblea legislativa per l’iter di approvazione che auspicabilmente dovrebbe concludersi nel prossimo settembre.

“Questo disegno di legge – ha spiegato la presidente – si propone, appunto, di contribuire a raccordare la fase della ricostruzione con quella dello sviluppo delle aree maggiormente colpite, anche mediante uno strumento strategico, il Master Plan per lo sviluppo della Valnerina”.