Ha preso il via il lavoro della governatrice dell’Umbria, Catiuscia Marini, come relatrice del parere del Comitato Ue delle Regioni sulla riforma dei fondi strutturali post 2020.

La Marini ha incontrato a margine della plenaria del Comitato il correlatore del testo in preparazione, il sottosegretario di Stato agli affari europei del land tedesco della Sassonia, Michael Schneider. Il parere si occuperà della nuova normativa ‘ombrello’ che regolerà sette diversi fondi Ue fra il 2021 e il 2027, dallo sviluppo regionale fino all’asilo e alle migrazioni. Vista l’importanza del dossier per le regioni europee, il Comitato ha deciso di affidare la redazione del parere a Marini e Schneider, che al Comitato delle regioni guidano i due maggiori gruppi politici, ovvero Pse e Ppe.