“La Regione Umbria ha già impegnato oltre la metà delle risorse del Programma di sviluppo rurale a disposizione per la programmazione 2014-2020 e il livello dei pagamenti, ad oggi, è di circa 210 milioni di euro, quasi il 23 per cento”: è quanto ha sottolineato l’assessore regionale all’Agricoltura, Fernanda Cecchini, alla riunione del Comitato di sorveglianza del Psr 2014-2020 che si è svolta a Perugia.

“Siamo al secondo posto a livello nazionale – ha rivendicato – per spesa realizzata, un risultato importante che non rallenta certo, ma semmai rafforza, il nostro impegno per superare il nodo dei pagamenti da parte di Agea e per le prossime sfide che attendono l’agricoltura umbra e nazionale”.

Alla riunione ha preso parte, tra gli altri, il capo Unità della Direzione generale dell’agricoltura e dello sviluppo rurale F4 Italia-Malta della Commissione Europea, Filip Busz, che ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto dall’Umbria e per la collaborazione istituzionale.