La Regione Umbria ha espresso la propria soddisfazione per la sentenza con la quale il Consiglio di Stato, in sede giurisdizionale, ha accolto positivamente il ricorso proposto dalla Regione avverso la sentenza del Tar che condannava l’ente “pur riconosciuto esente da colpe”, a versare 74 mila 320 euro a titolo di risarcimento del danno alla Rillo costruzioni che aveva fatto ricorso perché esclusa, a suo dire, dall’appalto per l’urbanizzazione di due campi a Norcia.

“La sentenza – spiega una nota della Regione – chiude una vicenda complessa che si poggiava sostanzialmente sul calcolo della soglia di anomalia delle offerte e riconosce, ancora una volta, la correttezza dell’operato del Provveditorato regionale nell’ambito della ricostruzione post sisma 2016”.