“In Umbria sono 60 i pazienti attualmente trattati con farmaci a base di cannabis e i risultati sono soddisfacenti, ma ci sono criticità per l’approvvigionamento di questi prodotti”: lo ha detto l’assessore regionale alla Salute, Luca Barberini, intervenendo a Spoleto al convegno sul tema. Iniziativa organizzata dalla Sifo (Società italiana di farmacia ospedaliera), in collaborazione con la Usl Umbria 2.

Barberini ha spiegato che “l’uso di questa sostanza si è rivelato estremamente efficace per alleviare il dolore in presenza di malattie gravi come ad esempio la sclerosi multipla. È stato anche costituito – ha aggiunto – un Comitato tecnico-scientifico per vigilare sulla correttezza delle procedure e assicurare livelli uniformi per l’accesso e l’erogazione dei farmaci cannabinoidi. Restano purtroppo le difficoltà legate al reperimento di questi prodotti, perché le Regioni da sole non hanno la possibilità d’intervenire in questo ambito particolare”.