Tempi più brevi per l’intervento diretto da parte dei proprietari o dei conduttori dei fondi agricoli in cui i cinghiali stiano danneggiando le produzioni agricole: è quanto prevede la modifica al regolamento regionale numero 5 del 2010, in attuazione della legge in materia di prevenzione dei danni e gestione e controllo della fauna selvatica, adottata dalla Giunta umbra, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Fernanda Cecchini.

“Ci consentirà – ha spiegato Cecchini – di poter ridurre dalle attuali 48 a 12 ore il termine successivo alla comunicazione della situazione di emergenza dopo il quale gli agricoltori interessati possono svolgere direttamente le operazioni di contenimento. Un provvedimento necessario per arginare il grave fenomeno dei danni ingenti prodotti in particolare dai cinghiali e salvaguardare le produzioni agricole e che è frutto anche delle sollecitazioni quotidiane giunte all’Assessorato regionale da parte delle organizzazioni agricole, coltivatori e cittadini”.