Sarà sfida tra Leonardo Latini, esponente della Lega alla guida della coalizione di centrodestra, e Thomas De Luca, Movimento 5 Stelle, per l’elezione a sindaco di Terni. I due saranno infatti avversari nel ballottaggio del 24 giugno. A scrutinio completato, Latini ha ottenuto il 49,22% dei voti (con la Lega al 29,09%, Forza Italia 9,25% e Fratelli d’Italia al 6,33%), De Luca il 25,03% (M5s 24,42%). Al 14,99% si è invece fermato Paolo Angeletti, candidato del centrosinistra, escluso dal ballottaggio. Per il Pd, che aveva guidato finora il Comune, soltanto il 12,57% dei voti.

La Lega è nettamente il primo partito a Terni con oltre il 29,09%. Seguita dal M5s (24,42%) e dal Partito Democratico.

Tra le altre liste, buon risultato per Alessandro Gentiletti di “Senso Civico” (3,9%) ed Andrea Rosati di “Prima Terni” (3,23%). Emiliano Camuzzi (Potere al Popolo) 1,46%, Piergiorio Bonomi (Casa Pound Italia) 1,16%, Mariano De Persio (Partito Comunista) 0.98%.

Da segnalare il forte calo dell’affluenza degli elettori ai seggi a Terni per le elezioni amministrative. Alla chiusura delle operazioni hanno infatti votato il 59,4 per cento degli aventi diritto contro il 67,5 della precedente tornata.