I consiglieri regionali del M5S Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, hanno dato vita ad una protesta con un vivace scambio di battute con la Giunta di centro-sinistra, in apertura della seduta dell’Assemblea legislativa dell’Umbria dedicata alla sessione europea. I lavori sono stati interrotti e alla ripresa i rappresentanti pentastellati non sono tornati in aula.

Liberati e Carbonari hanno esposto cartelli con la bandiera italiana e l’hashtag #ilmiovotoconta. La presidente della Regione Catiuscia Marini, ha risposto con “viva il presidente, viva Mattarella”, mentre il consigliere del Partito democratico, Marco Vinicio Guasticchi, ha invece messo sui banchi della Giunta una foto del capo dello Stato. La presidente dell’Assemblea legislativa di Palazzo Cesaroni, Donatella Porzi ha così sospeso la seduta.

Alla ripresa dei lavori, l’assemblea legislativa ha approvato – all’unanimità dei presenti (Pd, SeR, FI, Misto-Mdp, Misto-Umbria Next, Misto-Rp Italia Civica) – la proposta di risoluzione alla base della Sessione europea 2018. Il documento racchiude tre atti: il Programma di lavoro della Commissione Europea per il 2018, la Relazione sullo stato di conformità dell’ordinamento regionale agli atti normativi e di indirizzo emanati dall’Unione europea e il Rapporto sugli Affari europei.