Con 13 voti favorevoli (Pd, SeR, Misto-Mdp, FI, Lega, Ricci) e 2 astenuti (M5S), l’aula di Palazzo Cesaroni ha dato il via libera alla proposta dell’Ufficio di presidenza per una variazione di bilancio dell’Assemblea legislativa di 275mila euro.

L’atto, denominato ‘Bilancio di previsione finanziario dell’Assemblea legislativa per il triennio 2018-2020. Variazioni conseguenti all’applicazione delle quote accantonate dell’avanzo presunto di amministrazione 2017’, prevede l’utilizzo dell’accantonamento per l’indennità di fine mandato dei consiglieri regionali (circa 87mila euro), per i rinnovi contrattuali del personale dipendente (115mila euro) e per il trattamento di fine rapporto del personale dei gruppi consiliari (circa 72mila euro).