Dura polemica, a Todi, dopo che il Comune ha negato all’Anpi, l’associazione dei partigiani, il patrocinio e l’utilizzo del logo per le manifestazioni organizzate in occasione del 25 aprile, la festa della liberazione.

Per il sindaco di Todi, Antonino Ruggiano, di Forza Italia, le celebrazioni sono un momento “fondamentale, centrale, per le istituzioni locali, degne del massimo rilievo e solennità. Ma le iniziative – sostiene – non possono essere organizzate da un’associazione, pur rispettabilissima, che ‘invita’ il Comune perché questo rappresenta tutti”.

Di fatto “gravissimo” hanno parlato, però, la presidente della sezione tuderte dell’Anpi ed il deputato umbro del Pd Walter Verini. Per l’associazione si tratta di un “attacco alla storia e alla memoria di questo Paese, un oltraggio alla Costituzione”. “Non era mai successo nella storia della città – ha sottolineato – che il Comune si dissociasse dall’Anpi per la celebrazione della Festa della liberazione”.