“Il nuovo Parlamento e il futuro Governo s’impegnino subito a incrementare il ‘Fondo nazionale per la non autosufficienza’, destinando maggiori risorse alle persone più fragili, mettendo a disposizione anche quanto si potrebbe recuperare con il taglio dei vitalizi. Lo stesso dovrebbe fare l’Assemblea legislativa, indirizzando verso questo ambito i fondi risparmiati con la legge regionale per la riduzione temporanea dei vitalizi. Tutto ciò non sarebbe ancora sufficiente, ma rappresenterebbe un segnale positivo e di speranza per la comunità”. Una proposta in tal senso, giunge dall’assessore regionale a Salute, Luca Barberini.

“In particolare con i governi di centrodestra – spiega Barberini – ci sono stati tagli pesanti ai fondi destinati al welfare. Solo nell’ultima legislatura ci si è impegnati aumentando le risorse, ma non basta. Occorre uno sforzo maggiore e collettivo, a cominciare da Parlamento e Governo che come primo atto dovrebbero reperire più risorse da destinare a chi è più difficoltà”.