Tari ridotta, a Narni, per le utenze domestiche, mentre rimane invariata quella per le utenze non domestiche. Lo ha detto l’assessore all’ambiente del comune narnese, Alfonso Morelli, che informa della diminuzione per le famiglie della tariffa rifiuti dal 4,9 al 4,1%, in base alla composizione del nucleo. “Una riduzione della pressione fiscale – spiega – mentre vengono incrementati i servizi e le attività di prevenzione e repressione del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti”. Morelli ricorda anche il potenziamento dello spazzamento e della pulizia stradale, mentre la percentuale di raccolta differenziata si è ormai consolidata al 75% “attestandosi – come tutta la provincia di Terni – tra le realtà più virtuose del territorio nazionale in termini di raccolta e gestione dei rifiuti urbani”. L’assessore narnese conferma, infine, la piena adozione, nel 2019, della tariffa puntuale la cui elaborazione in termini sia di adeguamento dei mezzi per la lettura dei codici dei contenitori che di ottimizzazione software di gestione dell’intero sistema si svilupperà per tutto quest’anno.