Con i voti favorevoli di Solinas-Misto MdP, De Vincenzi-Misto UN, Carbonari-M5S, e l’astensione di Guasticchi-PD, la Terza Commissione consiliare dell’Assemblea Legislativa dell’Umbria, ha approvato una proposta di risoluzione che impegna la Giunta regionale a “migliorare le prestazioni sanitarie erogate agli anziani ternani”.

In sostanza si chiede di “implementare le misure organizzative già adottate per ridurre le liste di attesa per l’erogazione delle prestazioni sanitarie, in particolare quelle relative alla diagnostica per immagini, prevedendo canali di

accesso specifici per gli anziani”. Nel documento al fine di contribuire a ridurre le liste d’attesa si chiede di “valutare l’opportunità di stipulare convenzioni con le strutture sanitarie private del Ternano”, nonché di intervenire per “migliorare il coordinamento dei due centri di diabetologia che operano nel territorio della Asl 2″.

La proposta di risoluzione – è detto in una nota – scaturisce da un incontro in terza Commissione con i presidenti dei centri sociali e culturali per gli anziani di Terni, Narni e Sangemini e il presidente del Cesvol di Terni che avevano rappresentato il loro punto di vista sulle problematiche e criticità del servizio sanitario che riguarderebbero “oltre 61 mila persone, ovvero il 27% della popolazione della Provincia di Terni”.