“Pur partendo da questo risultato non positivo, non desistiamo certo dall’impegno in un confronto con la societa’ per ricostruire un progetto condiviso, in termini valoriali e di proposte concrete, in grado di dare voce, rappresentanza e risposte a tutti coloro che in questi anni hanno visto crescere sulla loro pelle diseguaglianze e precarieta’”.

E’ la posizione espressa da Liberi e Uguali di Terni, dopo il risultato elettorale che ha visto il “manifestarsi di un’Italia delusa, arrabbiata, dove le diseguaglianze e la crisi hanno aperto un solco profondo con le forze di governo uscenti”. Secondo Leu “l’incapacita’ di ascoltare e le responsabilita’ di questo disagio da parte del PD hanno coinvolto e trascinato tutte le forze progressiste, senza distinzioni, nella piu’ grande sconfitta della storia repubblicana, in Italia e in Umbria”.

Per il partito, comunque, “queste elezioni non sono un fine – scrivono in una nota – ma una tappa nel lungo lavoro che ci aspetta di ricostruzione e organizzazione di una sinistra in grado di riassumere un ruolo politico e sociale, nel Paese,come a Terni gia’ alle prossime elezioni comunali”.