“Bisogna avere l’onesta intellettuale di riconoscere quando c’è una sconfitta, una sconfitta grave”. Lo ha detto Cesare Damiano, il candidato del centrosinistra alla Camera nel collegio uninominale Umbria 3 Terni, terzo con il 25,5% dei voti, dietro a Raffaele Nevi di FI e Lucio Riccetti, M5S.

In merito ai risultati del Pd, Damiano parla di “una vera e propria debacle”. “Che – spiega – ci costringerà a fare una riflessione profonda”. A compierla, sempre a detta di Damiano, devono essere innanzitutto “i vertici del partito” nazionale. “Questo – conclude l’ex ministro – è un ulteriore trauma, dopo quello del referendum, che ha bisogno di un cambio di rotta da parte di tutti”.